Skip to main content

Nutrizione clinica in oncologia pediatrica: cosa accade nei Paesi meno ricchi?

A cura di Luciano De Fiore By 6 Luglio 2023No Comments
Speciali

È possibile migliorare la disponibilità e la qualità dell’assistenza nutrizionale per i bambini sottoposti a terapie oncologiche in un paese a basso e medio reddito (LMIC) implementando il modello di programma nutrizionale dell’Iniziativa Internazionale per la Pediatria e la Nutrizione (IIPAN)? Ne tratta il report originale di un gruppo di lavoro internazionale appena pubblicato sul JCO Global Oncology, dando conto di un esempio dei programmi di gemellaggio internazionale ormai ben consolidati tra le istituzioni che si occupano di tumori infantili, consentendo alle unità oncologiche pediatriche dei Paesi a basso e medio reddito (LMIC) di adottare forme di assistenza multidisciplinare.

La ricerca descrive l’impatto di un programma di nutrizione di recente istituzione sulla fornitura di cure nutrizionali e sugli esiti clinici legati alla nutrizione nei bambini e negli adolescenti sottoposti a trattamento oncologico in Nicaragua e Honduras, raccogliendo dati clinici per due anni. La sfida della malnutrizione, sia della sovralimentazione che della sottonutrizione, rimane endemica in tutta l’America Centrale. In tutta la regione si registra anche un significativo passaggio dalla denutrizione alla sovranutrizione e una persistente alta prevalenza di arresto della crescita in molti Paesi dell’America centrale. Le verifiche nutrizionali hanno fatto sì che un numero maggiore di pazienti ricevessero le cure standard raccomandate. I bambini sottopeso durante il trattamento presentavano un numero maggiore di infezioni e tossicità, una più lunga durata della degenza ospedaliera e ritardi nel trattamento. Complessivamente, dall’inizio alla fine del trattamento, il 32,5% dei pazienti ha migliorato lo stato nutrizionale, il 35,7% lo ha mantenuto e il 17,5% è peggiorato. Sulla base delle metriche, il costo per consultazione è stato inferiore a 4,80 dollari USA (Honduras) e 1,60 dollari USA (Nicaragua).

Modello di programma nutrizionale IIPAN (Iniziativa Internazionale per la Pediatria e la Nutrizione).

 

Grazie all’implementazione del modello nutrizionale IIPAN, si è dunque riusciti a ridurre il peso della denutrizione. Allo stesso tempo, si è osservato un numero impressionante di bambini affetti da leucemia linfoblastica acuta che avevano sviluppato sovrappeso o obesità durante il trattamento, evidenziando così l’urgente necessità di risorse nutrizionali mirate alla prevenzione e alla gestione di questa patologia per i bambini affetti da cancro in trattamento soprattutto nei Paesi a basso o medio reddito. Anche in questi Paesi meno affluenti la maggioranza dei bambini affetti da tumore viene dunque curata. Il modello IIPAN fornisce un’assistenza multidisciplinare culturalmente appropriata che consente di migliorare lo stato nutrizionale dei bambini affetti da tumore nelle nazioni economicamente più svantaggiate e può contribuire a migliorare gli esiti per i bambini affetti da cancro nei Paesi a basso reddito.