Skip to main content

Tumori colorettali (CRC) in aumento nelle fasce più giovani della popolazione

By 6 Marzo 2017Maggio 12th, 2021No Comments
NewsSpeciali

L’incidenza dei tumori colorettali (CRC) è in aumento nelle fasce più giovani della popolazione adulta. Dai risultati di uno studio realizzato nell’ambito del programma Surveillance and Health Services Research dell’American Cancer Society i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of the National Cancer Institute è emerso che, sebbene l’incidenza di questa tipologia di tumori stia affrontando una fase di generale diminuzione, tra i giovani adulti di età compresa tra i 20 e i 54 anni questa sta invece progressivamente aumentando.

I ricercatori hanno realizzato uno studio di coorte retrospettivo prendendo in considerazione 490.305 pazienti di età superiore ai venti anni di età, con una diagnosi di CRC ricevuta tra il 1974 e il 2013 in una delle nove aree incluse nel Surveillance, Epidemiology, and End Results Program del National Cancer Institute. I risultati mostrano che a cavallo degli anni ‘70 e ‘80 il tasso d’incidenza relativo a questa classe di tumori negli Stati Uniti era in diminuzione nella popolazione di età inferiore ai 50 anni e in aumento in quella di età superiore ai 50 anni, mentre dagli anni ’80 in poi questo trend si è invertito, con tassi di incidenza in aumento nelle fasce di età comprese tra i 20 e i 54 anni e in diminuzione tra quelle di età superiore ai 55 anni.

In particolare, dai dati raccolti emerge un aumento del 2,4% ogni anno nella popolazione con un’età compresa tra i 20 e 29 anni e del 1,0% ogni anno negli adulti di età compresa tra i 30 e i 39 anni. Inoltre, a partire dalla metà degli anni ’90 si registra un aumento annuo del 1,3% nella fascia di età compresa tra i 40 e i 49 anni e dello 0,5% in quella compresa tra i 50 e i 54 anni. Inoltre, per quanto riguarda la popolazione di età compresa tra i 50 e i 54 anni e quella di età compresa tra i 55 e i 59 i tassi di incidenza per il tumore del colon retto mostrano una progressiva convergenza. Se a metà degli anni ’90 l’incidenza tra gli adulti di età compresa tra i 50 e i 54 anni era pari circa alla metà di quella che caratterizzava gli adulti di età compresa tra i 55 e i 59 anni, nel 2012-2013 questa è risultata equivalente per il tumore del retto e inferiore solo del 12,4% per quanto riguarda il tumore del colon. Prendendo in considerazione le coorti di nascita emerge che, rispetto alle persone nate intorno al 1950, per quelle nate negli anni a cavallo del 1890 era doppio il rischio di sviluppare un cancro del colon e triplo quello di sviluppare un cancro del retto. Sorprendentemente, questi valori sono simili a quelli emersi in relazione alle popolazioni più nate negli anni più recenti (nonostante l’intervello di confidenza sia maggiore a causa del numero limitato di pazienti giovani con queste patologie).

I motivi alla base di questo trend non sono del tutto chiari. Sebbene il CRC a esordio precoce presenti più frequentemente una componente familiare rispetto a quello a esordio tardivo, la maggior parte dei casi sono da considerarsi sporadici. Secondo gli autori della ricerca gli effetti emersi dallo studio sono indicativi di una maggiore esposizione a fattori di rischio, tra cui un eccessivo peso corporeo, un elevato consumo di carni lavorate e alcool, un basso livello di attività fisica, un ridotto consumo di fibre e il fumo di sigaretta. Inoltre, l’aumento dei tassi di incidenza a carico delle popolazioni più giovani potrebbe dipendere dall’obesità, il cui trend di incidenza è molto simile a quello dei tumori colo rettali. Una relazione potrebbe dipendere da interazioni epigenetiche complesse tra un eccessivo peso corporeo, un comportamento sedentario e una dieta non adeguata. Questi risultati, concludono gli autori, ulteriore ricerche sono necessarie per “chiarire le cause sottostanti l’aumento del rischio per le coorti più giovani, sviluppare nuove strategie per frenare l’epidemia di obesità e spingere gli americani verso un’alimentazione più sana e uno stile di vita più attivo”.

Fabio Ambrosino

▼ Siegel RL, Fedewa SA, Anderson WF, et al. Colorectal cancer incidence patterns in the United States, 1974 – 2013. The Journal of the National Cancer Institute 2017; 109(8): djw322