Skip to main content

MTB: quale impatto sulla pratica clinica?

By 23 Ottobre 2019Maggio 14th, 2021No Comments
NewsSpeciali

Il ricorso combinato a molecular tumour board (MTB) e biopsia liquida è già stato descritto nella pratica clinica. È ormai un dato che gli MTB possono essere utilizzati per selezionare le migliori terapie dopo aver fatto uso di batterie NGS da DNA tissutale da tumori solidi. Inoltre, è già stato dimostrato che la tecnica di sequenziamento genico nota come Next Generation Sequencing (NGS) eseguita sul DNA circolante può raggiungere lo stesso livello di sensibilità nel rilevare alterazioni genetiche, rispetto al NGS eseguito sul DNA proveniente da biopsie di tumori solidi. Lo ribadisce un articolo pubblicato da “ESMO Open – Cancer Horizons”.

Il lavoro ha messo a confronto per la prima volta l’impatto della decisione dell’MTB con un elenco standardizzato di livelli di evidenza per la scelta di raccomandazioni guidate da alterazioni. Per la prima volta si è descritta l’attività di un MTB che ha utilizzato i risultati di NGS eseguiti sul DNA circolante. Infine, lo studio ha confrontato nella vita reale batterie NGS eseguite su DNA circolanti e da biopsie di tumori solidi. L’aver fatto ricorso a MTB ha consentito l’inclusione in studi clinici con farmaci a bersaglio molecolare di pazienti con carcinomi resistenti al trattamento e di affinare ulteriormente precisione e accuratezza delle decisioni cliniche rispetto alle raccomandazioni standard basate sulle mutazioni.
Quest’esperienza potrebbe indurre altri a proseguire sulla strada dei MTB nella loro pratica clinica e a preferire il ricorso alla biopsia liquida rispetto alla classica biopsia tissutale.

Luciano De Fiore

Rolfo C, Manca P, Salgado R, et al. Multidisciplinary molecular tumour board: a tool to improve clinical practice and selection accrual for clinical trials in patients with cancer. ESMO Open 2018;3:e000398. doi:10.1136/esmoopen-2018-000398