Skip to main content

Tumore del pancreas: non inferiorità per la chirurgia minimamente invasiva

A cura di David Frati By 25 Maggio 2023No Comments
Congressi

La pancreasectomia distale minimamente invasiva con splenectomia è un metodo sicuro e rappresenta una alternativa efficace alla tradizionale chirurgia a cielo aperto per i pazienti con carcinoma pancreatico resecabile. Lo dimostrano i risultati di DIPLOMA, uno studio internazionale randomizzato di non inferiorità presentato al meeting 2023 dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO), in corso a Chicago.

I ricercatori coordinati da Mohammad Abu Hilal, Direttore del Dipartimento Chirurgico dell’Istituto Ospedaliero Fondazione Poliambulanza di Brescia, tra maggio 2018 e maggio 2021, hanno randomizzato 231 pazienti con carcinoma pancreatico resecabile a pancreasectomia distale minimamente invasiva o chirurgia aperta standard. Sia il paziente che il patologo che ha esaminato i campioni erano “in cieco” riguardo al tipo di intervento chirurgico ricevuto. Gli esiti nei due gruppi di pazienti sono stati praticamente sovrapponibili. Il numero medio di linfonodi rimossi durante l’intervento chirurgico, o la resa linfonodale mediana, è stato di 22 nel gruppo pancreasectomia distale minimamente invasiva e 23 nel gruppo chirurgia aperta. La recidiva intraperitoneale si è registrata nel 41% dei pazienti sottoposti a pancreasectomia distale minimamente invasiva e nel 38% dei pazienti sottoposti a chirurgia aperta.

“La chirurgia ha fatto progressi significativi negli ultimi due decenni. Uno dei più importanti è l’introduzione della chirurgia mini-invasiva. Per il tumore del pancreas, abbiamo dimostrato per la prima volta che la pancreasectomia distale minimamente invasiva è efficace quanto la chirurgia a cielo aperto. I nostri dati rassicurano i chirurghi e possono aiutare i pazienti dando loro le informazioni di cui hanno bisogno per scegliere con il proprio medico il tipo di intervento chirurgico a cui vogliono essere sottoposti”, commenta Abu Hilal.

Le tecniche chirurgiche minimamente invasive sono sicure e rappresentano una opzione efficace nel carcinoma pancreatico resecabile. Questo studio chirurgico randomizzato aiuterà sia chirurghi che pazienti perché la chirurgia minimamente invasiva, in mani esperte, si dimostra non inferiore alla chirurgia a cielo aperto. Ciò può fornire vantaggi come tempi di recupero più rapidi e meno rischio di infezione, senza aumentare il rischio per quanto riguarda la malattia oncologica vera e propria”, ha affermato Jennifer F. Tseng, Surgeon-in-Chief al Boston Medical Center (BMC).

BIBLIOGRAFIA – Abu Hilal M, Korrel M, Jones L, van Hilst J, Björnsson B, Boggi U, Bratlie SO, Butturini G, Casadei R, Edwin B, Esposito A, Falconi M, Groot Koerkamp B, Keck T, de Kleine R, Kokkola A, Lips D, Luyer M, Zerbi A, Besselink M. Minimally invasive versus open distal pancreatectomy for resectable pancreatic cancer (DIPLOMA): An international randomised trial. Abstract #4163, ASCO 2023.