Skip to main content

Pitture nere e speranza a Madrid

A cura di Luciano De Fiore By 17 Ottobre 2023No Comments
Congressi

Eccoci all’ESMO, anche quest’anno. Ma non come tutti gli altri anni. Siamo da poco usciti da una pandemia che ha segnato le scorse stagioni, di cui ancora patiamo gli strascichi. Eppure, i fatti del 7 ottobre gettano un’ombra particolare sui nostri pensieri, fino a Madrid. È come se le pitture nere della Quinta del Sordo avessero varcato le mura del Prado, connotando l’atmosfera stessa della città. Goya, già nel primo ventennio dell’Ottocento, aveva introdotto l’infernale nell’universo umano e oggi come allora siamo di fronte al trauma del reale, al mistero di un vuoto che non si lascia colmare da nessuna politica.

Oltretutto, piove sul bagnato. Uno studio condotto a Gaza aveva rilevato un progressivo aumento dei difetti alla nascita già a partire dal 2006, dopo l’occupazione israeliana. Gli autori dello studio concludevano che «l’elevata contaminazione con metalli pesanti potrebbe spiegare anche l’aumento delle malattie non trasmissibili e dei tumori a tutte le età a Gaza» (1). D’altra parte, il conflitto israelo-palestinese è un esempio di eclatanti e ripetute violazioni del diritto umanitario internazionale, con gravissime ripercussioni sulla salute e sull’ambiente (2).

Ed è per questo che quest’anno si mette testa a fatica al programma di un congresso che tuttavia si annuncia vivo e ricco di scambi. La vita non è fatta di cose, ma di incontri. La nostra reazione alla ripresa furiosa della crisi mediorientale consisterà dunque nell’immergerci in un programma educativo e scientifico che certamente favorirà lo scambio e il dibattito sulla scienza traslazionale in oncologia, presentando anche dati potenzialmente in grado di cambiare la pratica clinica, stimolando le discussioni multidisciplinari per migliorare le opzioni terapeutiche per i pazienti oncologici. Proveremo dunque tutti insieme, da tutto il mondo, a capire se l’esperienza senza forma della morte, occorsa d’improvviso mentre si balla o anticipata dal terrore mentre si fugge, possa essere scalzata e almeno parzialmente redenta dalle speranze collettive e partecipate della comunità scientifica.

1. Manduca P, Al Baraqyìuni N, Parodi S. Long term risks to neonatal health from exposure to war: 9 years long survey of reproductive health and contamination by weapon-delivered heavy metals in Gaza, Palestine. Int J Environ Re Public Health 2020; 17(7):2538.
2. Fateh-Moghadam P. Guerra o salute. Dalle evidenze scientifiche alla promozione della pace. Il Pensiero Scientifico Editore, Roma 2023, p. 15.