Skip to main content

BRIDGE 2015: appuntamento con la ricerca

By 15 Dicembre 2015Maggio 12th, 2021No Comments
Congressi

Peculiarità del Melanoma Bridge, da sempre e quest’anno più che mai,  il carattere fortemente accademico  e internazionale dato al congresso: le session – tutte rigorosamente in lingua inglese – hanno riguardato soprattutto ricerca di base in ambito genetico, microbiologico, immunologico, metabolico. Non sono però naturalmente mancati approfondimenti e analisi dei dati dei principali trial del momento sulle varie opzioni terapeutiche attualmente a disposizione per il trattamento del melanoma, e anche le associazioni dei pazienti hanno avuto uno spazio importante di confronto con i clinici. Da sottolineare anche l’attenzione dedicata ai temi regolatori e all’HTA. Il congresso si è aperto con la consegna del Premio della Fondazione Melanoma alla memoria di Natale Cascinelli – scomparso nel 2013, ex responsabile del Programma melanoma dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e considerato il padre della ricerca sul melanoma –, che ogni anno va a un ricercatore che si è distinto per l’impatto del suo lavoro. L’edizione 2015 del riconoscimento è andata a Francesco M. Marincola. Il programma scientifico è stato diviso in 6 aree tematiche con session dedicate:
• Molecular and Immuno advances;
• Combination therapies;
• News in Immunotherapy;
• Tumor microenvironment and biomarkers;
• World-Wide Immunoscore Task Force meeting;
• Regulatory, Health Technology Assessment, & Market Access Session.