Skip to main content

Linee guida ASCO-ESMO sul CRC

By 28 Novembre 2014Maggio 12th, 2021No Comments
Congressi

L’American Society Clinical Oncology (ASCO) ha avallato in questi giorni le linee guida della European Society for Medical Oncology (ESMO) sulla prevenzione, lo screening, la genetica, il trattamento e la gestione delle persone a rischio di sindromi colorettali ereditarie. L’approvazione ASCO è stata pubblicata sul Journal of Clinical Oncology e fa riferimento alla pubblicazione delle raccomandazioni assai chiare e precise di Balmana et al sugli Annals of Oncology (2013).

La linea guida ESMO, basate su una revisione sistematica della letteratura, raccomandano lo screening delle sindromi colorettali ereditarie ad ogni paziente al momento della diagnosi di CRC. Una diagnosi di sindrome di Lynch (cancro non poliposico ereditario del colon, HNPCC), poliposi adenomatosa familiare (FAP), o di altra sindrome genetica (come poliposi adenomatosa familiare attenuata (AFAP), MUTYH-poliposi associata) può influenzare la gestione clinica dei pazienti con CRC e dei loro familiari.

Lo screening per i tumori colorettali eredofamiliari dovrebbe comprendere la riconsiderazione della storia personale e familiare e il test del deficit del sistema di riparazione del DNA (DNA mismatch repair, MMR). È inoltre raccomandata la valutazione genetica formale per individui che soddisfino determinati criteri. Le linee guida offrono inoltre raccomandazioni specifiche per ciascuna delle sindromi ereditarie CRC – sindrome di Lynch, FAP e AFAP.