Skip to main content

Le emozioni di ESMO 2017: tumore del polmone e testa/collo

By 17 Aprile 2018Maggio 12th, 2021No Comments
CongressiTemi

Il Congresso dell’European Society of Medical Oncology (ESMO) svoltosi a Madrid nel settembre 2017 è stato un appuntamento ricco di novità e aggiornamenti per chi si occupa di carcinoma polmonare. Grande attenzione per l’immunoterapia, con la presentazione di dati importanti. Illustrando i dati del CHECKMATE 153 a Madrid, David Spigel del Sarah Cannon Research Institute ha sottolineato come i pazienti affetti da con carcinoma polmonare non a piccole cellule già trattati con nivolumab – se mantenuti in terapia continuativa con nivolubab – mostrino un significativo miglioramento della progression free survival rispetto a quelli che hanno interrotto il trattamento. Di estremo interesse anche due studi randomizzati di fase III illustrati da Enriqueta Felip Font, CHECKMATE 017 e CHECKMATE 057, con un follow-up uguale o maggiore di 3 anni, in cui nivolumab ha continuato a dimostrare un beneficio nell’Overall Survival rispetto a docetaxel in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule avanzato squamoso e non squamoso del 16% rispetto a 6% in CHECKMATE 017 e 18% rispetto a 9% in CHECKMATE 057. Dati importanti a Madrid anche per i tumori testa-collo. Lo studio CHECKMATE 358 ha sperimentato l’efficacia e la sicurezza di nivolumab in fase neoadiuvante alla chirurgia nei pazienti con carcinoma squamoso ad origine dal testa-collo e dagli organi ginecologici (vulva, vagina e cervice uterina), indipendentemente dal loro status di espressione di HPV. I risultati della coorte di pazienti con carcinoma cervico-facciale sono stati presentati all’ESMO 2017 in un Late Breaking Abstract discusso da Amanda Psyrri.