Skip to main content

Il tempo del cambiamento

By 30 Maggio 2020Maggio 12th, 2021No Comments
CongressiSpeciali

Una delle narrative prevalenti in questo periodo di pandemia è che il futuro dell’assistenza sanitaria farà sempre più affidamento sulle cure a distanza, sulla telemedicina e la medicina digitale. Per qualcuno, però, i messaggi da portare a casa quando la Covid-19 sarà solo un ricordo drammatico sono diversi.

Le dieci cose che si è annotato Luis Eduardo Pino V vanno in una direzione opposta. “Cercherò un diverso equilibrio tra lavoro e vita privata sia per i malati di cui mi prendo cura, sia per me stesso: sarà la cosa alla quale più farò caso. Aumenterò le occasioni di incontro personale con i pazienti: vederli, parlare con loro e ascoltarli. Userò la tecnologia solo quando la situazione lo giustificherà. Continuerò a valutare le prove incrociandole con le aspettative dei malati, avendo cura di considerare anche i risultati della ricerca qualitativa e le evidenze che mi proporranno i pazienti e i loro caregiver. Le analisi di farmacoeconomia mi aiuteranno a utilizzare quei protocolli che saranno capaci di aumentare il tempo libero dalle prestazioni sanitarie per i malati e userò le matrici di priorità per capire cosa voglio davvero e come ridurre lo stress”.

Il cardiologo colombiano – che lavora alla Fundación Santa Fe de Bogotá – crede che il dramma che stiamo attraversando possa suggerire un atteggiamento più prudente anche riguardo quella che definisce l’illusione terapeutica: “Sarò più prudente nel credere che nell’efficacia degli interventi”. Ancora: “Parlerò di più con i miei colleghi, non solo per condividere e apprendere questioni che riguardano la professione, ma anche perché sono circondato da persone fantastiche che possono aiutarmi a crescere.” Alleggerire il peso delle attività amministrative è l’ottavo punto segnato sul suo decalogo, seguito dall’intenzione di misurare i risultati della propria attività clinica.

Infine: “Aumenterò le interazioni sociali e sarò più attento a godere della natura. Tornerò ogni giorno in famiglia con gratitudine. Lascerò fuori dalla porta di casa i brutti ricordi, la fatica quotidiana e l’energia negativa per essere una persona migliore e, quindi, anche un oncologo migliore”.

Luca De Fiore

Pino V LE. Ten changes I will make in my oncology practice as a result of Covid-19. Asco Post 2020; 25 maggio.