Skip to main content

Evoluzione del trattamento dell’HCC: ad AIOM 2022 un focus sulle nuove strategie terapeutiche

Intervista a Bruno Daniele, Gianluca Masi, Andrea Casadei Gardini By 12 Ottobre 2022No Comments
Congressi

La recente disponibilità di numerosi farmaci efficaci sia in prima linea che in linee successive di terapia pone diversi quesiti al medico che gestisce il paziente con epatocarcinoma nella pratica clinica. Una diversa eziologia dell’epatocarcinoma può condizionare la terapia? Ci sono altri elementi clinici che possono orientare la scelta della terapia di prima linea? La scelta della prima linea di terapia deve tener conto delle opportunità terapeutiche nelle linee successive? Qual è il corretto posizionamento dei diversi trattamenti nella storia naturale del paziente con epatocarcinoma alla luce dei recenti aggiornamenti delle linee guida? A queste e altre domande rispondono Bruno Daniele (Responsabile UOC Oncologia – Ospedale del Mare, Napoli), Gianluca Masi (Responsabile UO Oncologia Medica 2 – Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana) e Andrea Casadei Gardini (Responsabile Gruppo epatobiliare – UO Medicina Oncologica – Ospedale San Raffaele, Milano), che abbiamo incontrato durante il XXIV Congresso Nazionale AIOM a Roma.