Skip to main content

Esercizio fisico? Parte integrante del percorso terapeutico nel tumore della mammella metastatico

A cura di David Frati By 22 Marzo 2024No Comments
Congressi

A tutte le donne affette da un tumore della mammella metastatico – soprattutto a quelle under 50 e con dolore – dovrebbe essere proposto l’esercizio fisico come parte integrante del percorso di trattamento e cura. Lo afferma uno studio presentato alla quattordicesima edizione della European Breast Cancer Conference (EBCC), in corso a Milano.

Spiega Anouk Hiensch dell’University Medical Center di Utrecht: “Abbiamo molti dati in letteratura sugli effetti dell’esercizio fisico nelle persone con tumori in fase iniziale, sono invece pochi gli studi che si occupano dell’argomento in relazione alle pazienti con malattia in uno stadio più avanzato. Le pazienti con tumori metastatici spesso subiscono un trattamento continuativo che aiuta ad allungare la vita. Grazie a queste cure, molte pazienti vivono più a lungo, ma molte riferiscono un netto peggioramento della qualità di vita. Perciò abbiamo bisogno di strategie comprendenti terapie di supporto, come l’attività fisica, che migliorino le loro vite”.

La ricerca ha coinvolto 357 pazienti con un’età media di 55 anni affette da tumore metastatico della mammella. Le donne sono state reclutate in otto centri oncologici in Germania, Polonia, Spagna, Svezia, Paesi Bassi e Australia. Di queste, 178 donne sono state selezionate a caso e inserite in un programma di esercizio fisico della durata di nove mesi in aggiunta al loro programma di cure, mentre le altre 179 hanno seguito solo il loro percorso terapeutico standard. Il programma consisteva in un allenamento personalizzato, supervisionato da un fisioterapista o da un esperto di fisiologia sportiva, due volte alla settimana e comprendente esercizi di resistenza, esercizi aerobici e di equilibrio. All’inizio dello studio e dopo 3, 6 e 9 mesi, i ricercatori hanno chiesto alle pazienti quale fossero i loro livelli di stanchezza e dolore e un giudizio sulla loro qualità di vita. Complessivamente, i ricercatori hanno rilevato che le pazienti che hanno preso parte al programma di attività fisica hanno provato meno fatigue, meno dolore e hanno percepito nel complesso una qualità di vita significativamente migliore. I miglioramenti più importanti sono stati riscontrati nelle pazienti con meno di 50 anni e in quelle che provavano dolore all’inizio dello studio.

Aggiunge Hiensch: “Basandoci su questi risultati, raccomandiamo l’attività fisica sotto la supervisione di esperti per tutte le pazienti con tumore metastatico della mammella, in particolare per quelle che provano dolore, come parte della loro cura standard. Anche le pazienti più in là con l’età possono trarre beneficio dall’esercizio fisico, anche se il programma può necessitare di alcuni specifici aggiustamenti affinchè ottengano i benefici che abbiamo riscontrato nelle donne più giovani. Se le pazienti sono interessate all’attività fisica è bene che ne parlino prima con il medico da cui sono seguite o dall’infermiera e che cerchino un professionista formato per aiutare le pazienti oncologiche. Non sappiamo esattamente perchè l’esercizio fisico aiuti le pazienti con cancro che provano dolore, ma pensiamo che sia perchè riduce i livelli di infiammazione. Abbiamo comunque raccolto campioni ematici delle partecipanti allo studio e analizzarli ci dirà di più”.

I ricercatori stanno anche predisponendo un’analisi costi-benefici per convincere i decisori politici e le assicurazioni sanitarie a finanziare programmi di attività fisica per le pazienti.

Commenta Michail Ignatiadis dell’Istituto Jules Bordet di Bruxelles e Presidente della 14^ edizione della European Breast Cancer Conference: “Questa ricerca rappresenta una buona notizia per le pazienti con tumore in stadio avanzato, perchè dimostra che possono ottenere una migliore qualità della vita con meno fatigue e meno dolore se prendono parte a un programma che prevede esercizio fisico come parte del loro percorso di cura. Le persone con tumore metastatico non sempre possono essere guarite dalla loro malattia, ma possono vivere per molti mesi o anni, quindi assicurare loro la miglior qualità di vita possible è assolutamente fondamentale”.

Effects of exercise on fatigue and health-related quality of life (HRQoL) in patients with metastatic breast cancer (mBC) – do the positive effects apply to all? – the multinational randomized controlled PREFERABLE-EFFECT study. Abstract #1 – EBCC 2024.