Skip to main content

Nuovi dati su bevacizumab e chemioterapia in combinazione nel carcinoma ovarico

By 20 Giugno 2018Maggio 18th, 2021No Comments
Congressi

Il trial randomizzato di fase 3 MITO16B-MaNGO OV2B-ENGOT OV17, presentato al meeting annuale dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) di Chicago (LEGGI L’APPROFONDIMENTO) ha dimostrato che l’aggiunta di BEV alla chemioterapia a base di platino prolunga la progression free survival (PFS) nelle pazienti con recidiva di tumore ovarico (rOC), e soprattutto è efficace anche in pazienti che hanno già ricevuto bevacizumab in prima linea. Per commentare questi importanti dati abbiamo incontrato Nicoletta Colombo, Professore Associato di Ostetricia e Ginecologia presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca e Direttore della Divisione di Ginecologia Oncologica Medica dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) di Milano, Sandro Pignata, Responsabile della UOS Videochirurgia Ginecologica dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli e Gennaro Daniele della SC Sperimentazioni Cliniche sempre dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli.