Skip to main content

ASH 2021, novità e conferme

Intervista a Fabrizio Pane, Pier Luigi Zinzani, Alessandro Rambaldi By 22 Dicembre 2021No Comments
Congressi

Quest’anno il Meeting dell’American Society of Hematology (ASH) è tornato in presenza, anche se solo in parte: il format scelto è infatti quello ibrido. I contenuti sono stati presentati sia dal vivo presso il Georgia World Congress Center di Atlanta dall’11 al 14 dicembre, sia online. Novità e update in tutti i campi dell’oncoematologia, eventi formativi di grande rilevanza e una condivisione di dati ed esperienze di pratica clinica che oggi, ancora di più, appare imprescindibile. Tra i più importanti dati presentati e discussi, abbiamo scelto per voi i seguenti.

Nuove conferme per l’inibitore selettivo di PI3K parsaclisib nel trattamento dei linfomi follicolare, mantellare e della zona marginale recidivati/refrattari. L’overview di Fabrizio Pane, Direttore UO Ematologia e Trapianti di Cellule Staminali dell’AOU Federico II di Napoli.

Da un follow-up a cinque anni del KEYNOTE-087 ancora conferme per pembrolizumab in monoterapia nel trattamento del linfoma di Hodgkin recidivato/refrattario. L’overview di Pier Luigi Zinzani, Professore ordinario di Ematologia, Università di Bologna.

Dalle parole di Alessandro Rambaldi, Direttore UOC Ematologia, ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, aggiornamenti dallo studio FIGHT-203 sul trattamento con pemigatinib di una condizione ematologica rara caratterizzata dalla copresenza di malattia linfoproliferativa e mieloproliferativa.